9 June 2016

CIBUS 2016 Visto da noi

Sorry, this entry is only available in Italian.

La mattina di sabato 7 maggio ci presentiamo alle Fiere di Parma per allestire il nostro stand. Lo sapevamo bene che Cibus non è una fiera qualsiasi, ma la Fiera di tutte le fiere. Lo sapevamo, ma forse non abbastanza.

Arrivati all’interno del padiglione assegnatoci, un brivido ci corre lungo la schiena. Campiello, Baci Perugina, San Carlo, Barilla, Melegatti, Caffè Motta svettano di fronte ai nostri occhi.

Percorriamo il padiglione un po’ confusi e arriviamo alla nostra postazione, ovvero un quadrato di terra 4×4,5 tutto da costruire, dalla A alla Z.

Primo pensiero: e noi che ci facciamo qui? 

Secondo pensiero: andiamocene.

Ma siccome, alla fine siamo dei temerari e anche dei folli veri, cominciamo a costruire il nostro mondo, piccolo mondo, sotto gli sguardi perplessi e a tratti stupiti degli operai delle ditte allestitrici degli altri stand. Certo perché gli altri avevano “la ditta allestitrice”, noi no. Siamo artigianali in tutto e per tutto. A partire dallo stand che ci siamo montati pezzo per pezzo.

Dopo due giorni di lavoro, a mettere e rimettere, a controllare i dettagli e a verificare  che tutto fosse perfetto, eravamo pronti. Quasi pronti.

Lunedì 9 maggio si aprono i battenti.  Noi ci siamo. Tesi, emozionati e curiosi. Curiosi di vedere dove ci porterà questa nuova avventura.

Arrivano subito i primi visitatori incuriositi da questo stand così diverso dagli altri, così unico e così lontano dai mondi rappresentati intorno a noi. Iniziano i primi assaggi. E subito dopo complimenti, sorrisi, strette di mano. E sempre più persone che arrivano. Visitano, chiedono, assaggiano, fotografano, annuiscono, ci guardano, e ancora strette di mano, sguardi, domande, assaggi, domande, complimenti. E avanti così per tutto il giorno e per le successive tre giornate. Chi si aspettava tutto ciò?

Dopo un mese ormai passato siamo ancora qui che analizziamo i risultati e cominciamo a raccogliere i primi frutti di questa bella avventura. Ancora un po’ frastornati, ma felici. Troppo felici di esserci stati.

Dopodichè, da qui in poi inizia tutta un’altra storia.

Per vedere qualche scatto di questa edizione cliccate qui !

Share
Mini Cart 0

Your cart is empty.